Dall'Orto alla Cucina

collaborazione Anffas-Pollini viaggia a gonfie vele

Informatore Lomellino -Dall'orto alla cucina i ragazzi di Anffas si occupano sia della coltivazione che della trasformazione degli alimenti. Lo scorso 25 gennaio è cominciato il nuovo laboratorio alimentare a cura dei ragazzi con disabilità ospiti del Centro diurno di Villa Gregotti in corso Garibaldi. Il laboratorio alimentare, a dire il vero, è la prosecuzione di un grande lavoro portato avanti nel corso degli anni, che ora giunge al livello successivo. 

L'obiettivo è infatti quello di di creare una vera e propria cucina gestita dai ragazzi con disabilità per legare l'orto sociale a una successiva trasformazione alimentare dei frutti della terra.

Da anni, ormai, i ragazzi e i volontari di Anffas coltivano prodotti agricoli in un terreno concesso loro in comodato d'uso dalle Suore Pianzoline. Ora, con il laboratorio alimentare, questi prodotti freschi vengono utilizzati per tantissime ricette cretive e biologiche.

Per il futuro, Anffas sogna in grande, e immagina già la commercializzazione dei prodotti che escono dalla cucina del Centro diurno.

"Da anni coltiviamo i prodotti dell'orto - dichiara Falvio Brusorio, operatore della cooperativa 'Come Noi' - coinvolgendo gli studenti dell'Istituto professionale 'Ciro Pollini' con l'apporto tecnico, e i nostri ragazzi e i volontari nella cura del terreno. I frutti della terra ora vengono destinati ai ragazzi del laboratorio alimentare, che in cucina trasformano i prodotti dell'orto in prodotti alimentari da utilizzare all'interno delle nostre strutture". Sono una decina i ragazzi che, ogni martedì mattina si incontrano al Centro diurno per dare sfogo alle loro fantasie in cucina. Due operatori li seguono passo dopo passo nella trasformazione degli alimenti, che spaziano dalle classiche insalate e pomodori agli spinaci e alle cipolle di Breme.

"Il senso del laboratorio - continua Flavio Brusorio - è di far lavorare le persone con disabilità e dare un senso alle loro giornate. In futuro sogniamo di aprire anche alla commercializzazione dei prodotti, con l'inaugurazione di un punto vendita nel Centro diurno.

Dobbiamo informarci, naturalmente, su tutti i parametri normativi da rispettare. Abbiamo iniziato, inoltre, a prendere contatti con il gruppo 'Oltre l'Acquisto' di Mortara, che è un gruppo vendita di prodotti ecosostenibili e biologici. Una serie di cooperative che fanno parte del gruppo lavora con persone con disabilità. La nostra idea è di acquistare prodotti del 'Gruppo d'Acquisto' e mettere a disposizione i nostri prodotti che i ragazzi coltivano nell'orto".