1° CONGRESSO INTERNAZIONALE ANFFAS ONLUS - PALACONGRESSI DI RIMINI - 2/3 DICEMBRE 2016

"Disabilità Intellettive e del Neurosviluppo: diritti umani e qualità della vita".

Diritti umani e qualità della vita, queste le parole d’ordine del Convegno internazionale di Anffas svoltosi il 2 e 3 dicembre presso il Palacongressi di Rimini. Il presidente nazionale Roberto Speziale ha aperto i lavori accogliendo i delegati da tutta Italia, tra cui due genitori e consiglieri di Anffas Mortara  e cinque operatori di cui due consiglieri della Coop Come Noi.

La leader  nazionale degli autorappresentanti italiani, Serena Amato di Ragusa, ha presentato il progetto “Io Cittadino”, tenendo un discorso incentrato sui diritti che ancora sono negati alle persone con disabilità: “Che la nostra sia l’ultima generazione di persone con disabilità intellettiva che vive discriminazione, esclusione e negazione dei diritti”; le sue parole echeggiano ancora nella sala plenaria del Palacongressi.

Anche il prof. Luigi Croce pone l’accento sull’autorappresentanza: “La voce delle persone con disabilità oggi la sentiamo più forte non perché glielo concediamo, bensì perché hanno alzato la voce”.

Abbiamo la consapevolezza che Anffas è molto forte, ha una voce, sta creando una rete sociale solida. Ed è proprio all’interno della rete di tutta la società che le persone con disabilità vogliono essere incluse per essere cittadini fino in fondo, tessuto connettivo della società.I due giorni sono continuati con numerosi interventi in seduta plenaria e 16 workshop in contemporanea divisi tra venerdì pomeriggio e sabato mattina, durante i quali sono stati affrontate tutte le tematiche più attuali e hanno dato la possibilità ai presenti di formarsi, ma anche di portare il loro punto di vista e il loro contributo. Si è parlato molto di Qualità della Vita e di Matrici Ecologiche con il prof. Miguel Verdugo dell’università di Salamanca e con il prof. Luigi Croce dell’università Cattolica di Brescia (che ha formato sull’argomento per tutto il 2015 anche i nostri educatori di Coop Come Noi), così come di autorappresentanza, di contesti e supporto familiare, di inclusione sociale, sia nella prospettiva dei servizi (Ricerca-Azione) che lavorativa e scolastica. Ci sono stati anche workshop sui disturbi dello spettro autistico, su affettività e sessualità, sull’invecchiamento, sui maltrattamenti. Ovviamente si è parlato molto di diritto alla Vita Indipendente con il nostro direttore Marco Bollani che ha tenuto uno dei workshop.

Durante il convegno è stata presentata la piattaforma E – Anffas, per acquistare in tutta Italia i prodotti dei laboratori artigianali di tutte le Anffas.

Altri momenti importanti di condivisione e formazione si sono susseguiti, specialmente nella plenaria finale, con la presenza di importanti relatori, del contributo portato dal genitore, giornalista e scrittore Gianluca Nicoletti e del direttore generale di Telethon, a sottolineare il sodalizio con Anffas, iniziato con il contributo fondamentale proprio della nostra Fondazione Dopo di Noi Mortara.

Le due giornate sono state un momento di formazione di alto livello, ma anche di condivisione, di scoperta di punti di vista, di nuove idee. Uno stimolo importate per la progettazione, per il lavoro dei nostri operatori e per l’impegno costante dei nostri genitori e volontari. Un tendere a impegnarci e a fare di più che da sempre ci contraddistingue.

Gli ATTI del convegno sono disponibili sul portale Anffas

Corso Garibaldi, 35 - 27036 Mortara (PV)

tel. 0384.92063

info@anffasmortara.it

Codice Fiscale 92006700188

IBAN IT78 I052 1656 0700 0000 0104 801

CCP n°  45078/11001278